Solo per residenti al di fuori degli Stati Uniti Seleziona paese


















 

Prima di prendere qualsiasi decisione in merito alla ricostruzione, devi riflettere e porti alcune domande. Quanto è importante per te la ricostruzione del seno? Vuoi un seno che sia sempre al suo posto oppure puoi convivere anche con qualcosa da togliere e mettere? Per sentirti completa, hai bisogno di entrambi i seni? Più tempo dedichi a mettere in ordine le tue emozioni, esigenze e priorità e più sarà facile per te superare il trauma della perdita del seno.

Protesi

Uno dei maggiori vantaggi di indossare una protesi è che riempie immediatamente il vuoto. Dopo tutto quello che hai passato a livello fisico ed emotivo, una protesi ti offre almeno l'opportunità di alzarti, vestirti e uscire di casa mantenendo sempre lo stesso aspetto.

Sono disponibili in diverse forme, dimensioni e materiali: gel di silicone, schiuma, fiberfill (poliestere siliconizzato), con o senza peso. Quando acquisti una protesi, cercane una che abbia la forma (compreso il capezzolo), il peso, l'equilibrio e il movimento migliori.

È meglio acquistarne di due tipi diversi. Una leggera (polyfill o schiuma/lavabile in lavatrice) per il periodo di recupero dopo l'intervento e che successivamente può anche essere utilizzata nei momenti informali. E una più realistica (in silicone/lavabile a mano) ed esteticamente piacevole. La maggior parte delle donne preferisce le protesi in silicone per le occasioni formali e durante i rapporti sessuali. Puoi scegliere tra il modello asimmetrico (uno per il lato sinistro e uno per il destro) e simmetrico (da indossare lateralmente per riempire i lati o diritta per una completezza e il solco centrali).

Se sei disposta a spendere qualcosa in più, puoi acquistare una protesi su misura. Viene modellata per adattarsi al profilo naturale del tuo corpo e dell'altro seno e ti offre un aspetto e un'aderenza perfetti. Normalmente i costi si aggirano sui 3.000 dollari.

Di solito le protesi sono in vendita nei negozi di forniture chirurgiche, nelle farmacie e nei negozi di biancheria intima (se possibile rivolgiti a un negozio con personale qualificato). Esistono anche servizi privati a domicilio che ti mandano a casa una persona con diversi campioni per consentirti di provare le varie forme e dimensioni sotto i tuoi vestiti. Per le donne che sono state colpite da tumore al seno, sono anche disponibili costumi da bagno e biancheria intima speciali progettati appositamente per contenere le protesi. Puoi cercarle ad esempio da Sears, Nordstrom e su Internet.

Ricostruzione

Non tutte le donne si accontentano di una protesi. Per alcune, non avere entrambi i seni significa non sentirsi complete. Il 75% delle donne sottoposte a mastectomia si sottopone infatti alla ricostruzione. Circa la metà opta per l'impianto. Chi non sceglie l'impianto opta in genere per il TRAM flap (lembo muscolocutaneo di retto addominale).

Prima di procedere alla ricostruzione, verifica i dettagli della copertura assicurativa. In alcuni casi vengono rimborsate tutte le spese sostenute per la procedura, anche a distanza di anni. In altri casi il rimborso si limita ai costi della ricostruzione del seno. Un esempio di intervento "non essenziale" è l'alterazione dell'altro seno per garantire la simmetria. Se la tua compagnia di assicurazioni è restia a rimborsare il costo della ricostruzione, tu e il tuo medico potete contestare la decisione prima di procedere con l'intervento. In molti casi, insistere può rivelarsi utile.

Impianti

Richiedono un piccolo intervento chirurgico. I soggetti più idonei sono le donne magre e con il seno piccolo. In alcuni casi si può procedere immediatamente all'impianto mentre nella maggior parte dei casi è necessario preparare la pelle per poter accogliere l'impianto. I medici solitamente distendono la pelle con un dispositivo detto espansore tissutale. Si tratta di un involucro di silicone simile a un palloncino che viene inserito sotto il muscolo toracico. Iniettando soluzione salina, l'involucro si espande lentamente fino a raggiungere le dimensioni stabilite da te e dal tuo medico (un po' come si distende la pelle dell'addome durante la gravidanza).

Il processo dura circa sei mesi, al termine dei quali il dispositivo di espansione viene sostituito con un impianto permanente riempito di soluzione salina o di gel al silicone. A questo punto, il tuo corpo genera del tessuto cicatriziale che racchiude l'impianto. In alcune donne (circa il 5%) si formano capsule dure intorno al seno che possono essere dolorose e deformare il seno stesso. Massaggiare il seno e fare esercizio allo scopo di muovere l'impianto può ridurre questo rischio. Può anche capitare che l'impianto tenda a spostarsi verso l'alto. Per mantenerlo nella posizione corretta, è sufficiente massaggiarlo spingendolo verso il basso.

Per maggiori informazioni sugli impianti mammari e sui relativi rischi, consulta la pagina Web della Food and Drug Administration all'indirizzo www.fda.gov/cdrh/breastimplants/.

Sono disponibili altre procedure chirurgiche che implicano lo spostamento di tessuto da un'area del corpo al torace per ricreare un seno o entrambi. È possibile prelevare il tessuto da diverse zone, tra cui l'addome, la schiena e i glutei. È possibile rimuoverlo ricavando una porzione separata oppure come lembo che rimane collegato ai suoi vasi sanguigni. Il lembo viene quindi cucito nel punto in cui è stato rimosso il seno.

Il TRAM Flap (tecnica del lembo di retto addominale)

Si tratta dell'opzione ricostruttiva più diffusa. Uno dei vantaggi aggiuntivi di questa opzione è che le donne con grasso addominale in eccesso o con addome rilassato a seguito di gravidanza possono anche ottenere con questo processo una riduzione dell'adipe addominale. Il TRAM flap non è invece adatto alle donne magre perché occorre tessuto in eccesso. Anche le fumatrici, con vasi sanguigni compromessi o più cicatrici chirurgiche sull'addome (di solito le cicatrici a C sono adatte) non sono soggetti idonei a questa procedura.

Procedimento: dalla metà inferiore dell'addome viene prelevata una porzione ellittica di pelle, grasso e muscolo. La porzione viene quindi fatta scorrere attraverso un piccolo tunnel sottocutaneo fino alla zona del seno, mantenendo attaccati, se possibile, i vasi sanguigni del tessuto (in questa procedura non vengono coinvolti organi). Il tessuto viene quindi modellato in base alla forma del seno e cucito nella posizione prestabilita. Nel complesso, la procedura richiede circa 3 ore.

Per le donne sottoposte a mastectomia doppia, la ricostruzione viene eseguita in modo simile. Viene prelevata un'unica porzione di tessuto dall'addome, successivamente divisa a metà e posizionata in aperture accoppiate sul torace per ottenere la migliore simmetria tra i due seni.

Anche le donne che sono state sottoposte a nodulectomia, con conseguente deformità pronunciata del seno, possono avvalersi di una ricostruzione di questo tipo, mediante il trapianto del tessuto dall'addome o dai fianchi.

Ora che hai il tuo seno o i tuoi seni nuovi, parliamo di sensibilità. Il tessuto addominale appena trasferito risulta al tatto, per chi ti accarezza, più naturale, perché ha una consistenza del tutto simile al seno naturale. Tuttavia è probabile che tu non riceva stimoli particolari dalle carezze, perché i nervi sono stati recisi durante la rimozione del tessuto e la zona di solito è insensibile.

Simmetria

Ovviamente vuoi due seni dall'aspetto identico. La simmetria è l'obiettivo ideale. L'impatto maggiore sulla simmetria è causato dall'aumento di peso. Con la procedura TRAM flap, il seno ricostruito aumenta di peso insieme al resto del corpo. Per le donne che si sottopongono a impianto e aumentano di peso, il seno naturale aumenta di peso insieme al resto del corpo, ma l'impianto no.

La cosa più difficile da ottenere nelle chirurgia ricostruttiva è l'abbassamento naturale tipico del seno normale. Con il tempo, un seno naturale può abbassarsi o cedere, ma un seno ricostruito conserva il suo turgore.

Gestisci le tue aspettative

Non esiste garanzia che sarai del tutto soddisfatta. È importante avere delle aspettative realistiche. Il tuo nuovo seno, o i tuoi nuovi seni, potrebbero non essere morbidi come vorresti o non avere un aspetto naturale. La simmetria potrebbe non essere perfetta e qualsiasi intervento chirurgico comporta anche dei rischi. Cerca di tenere a mente tutti questi aspetti se stai pensando a una ricostruzione e parla con il tuo medico o chirurgo per ottenere il maggior numero di informazioni possibile in modo da essere preparata al risultato della procedura.


Weiss, M. and Weiss, E. Living Beyond Breast Cancer: A Survivor's Guide for When Treatment Ends and the Rest of Your Life Begins. New York: Three Rivers Press; 1997. p79-83.





 
Home | Che cos'è il tumore al seno? | Stadi del percorso | Opzioni terapeutiche | Vivere sane | Un nuovo inizio | Come parlare di cancro

Informazioni su Ribbon of Pink | Contatti | Mappa del sito | Privacy
L'uso del presente sito web è soggetto alle nostre Condizioni per l'utilizzo
Copyright © Novartis AG